Annunciato un progetto di costruzione di nuove Case di culto

HAIFA, Israele, 22 aprile 2012, (BWNS) – Mentre in Cile si sta costruendo l’ultima della Case di culto continentali, è stato annunciato il progetto per la costruzione dei due primi templi baha’i nazionali nella Repubblica Democratica del Congo in Papua Nuova Guinea.
 
Lo storico annuncio è stato fatto ieri dalla Casa Universale di Giustizia nel suo messaggio annuale del primo giorno di Ridvan, la più sacra festività dell’anno baha’i.
 
Le Case di culto baha’i sono particolari edifici, aperti a tutti, nei quali i visitatori possono pregare e meditare in un’atmosfera serena oppure ascoltare le sacre scritture delle religioni del mondo recitate e cantate. Ogni Casa di culto è un centro spirituale attorno al quale sorgono strutture di servizio sociale, umanitario ed educativo per la popolazione circostante.
 
Questa istituzione combina «due aspetti essenziali e inseparabili della vita bahá’í: culto e servizio», scrive la Casa Universale di Giustizia.
 
Oltre ai due nuovi Templi nazionali, sarà presto avviata in cinque regioni del mondo una consultazione per la creazione di Case di culto locali. Le località sono: Battambang, Cambogia; Bihar Sharif, India; Matunda Soy, Kenya; Norte del Cauca, Colombia e Tanna, Vanuatu.
 
Esse sono fra i luoghi del mondo nei quali le comunità baha’i stanno coltivando «uno spirito devozionale che si esprime in incontri di preghiera e in un processo educativo che costruisce capacità per servire l’umanità», scrive la Casa Universale di Giustizia.
 
Parlando delle Case di culto la lettera si conclude dicendo: «Da questi Orienti del Ricordo di Dio risplenderanno i raggi della Sua luce e risuoneranno gli inni della Sua lode».
 
 
 
 
 
Per leggere l’articolo online in inglese e vedere le foto si vada a:
http://news.bahai.org/story/906