La Regina apre il Giubileo di diamante con un ricevimento interreligioso

LONDRA, 21 febbraio 2012, (BWNS) – Alcuni rappresentanti della comunità baha’i del Regno Unito hanno partecipato assieme ai membri di altre otto religioni a un incontro speciale per il Giubileo di diamante di Sua Maestà la Regina Elisabetta II.
 
Durante un ricevimento che si è svolto a Palazzo Lambeth, residenza ufficiale dell’Arcivescovo di Canterbury, baha’i, buddhisti, cristiani, ebrei, giaini, indù, musulmani, sikh e zoroastriani hanno parlato delle loro credenze con la Regina e con Sua Altezza Reale il Principe di Edimburgo e hanno mostrato loro oggetti preziosi delle varie fedi.
 
La comunità baha’i ha parlato della presente celebrazione del centenario dei viaggi di ‘Abdu’l-Baha in Egitto e in Occidente e ha mostrato una veste da Lui indossata. La rappresentante baha’i, Shirin Fozdar-Foroudi, ha detto che quella semplice veste ricorda lo spirito di ‘Abdu’l-Baha, la cui vita di servizio è stata un esempio per tutti.
 
La mostra comprendeva anche una riproduzione calligrafica incorniciata delle seguenti parole tratte dal primo discorso pubblico di ‘Abdu’l-Baha, pronunciato il 10 settembre 1911 nel City Temple di Londra: «Il dono che Dio ha fatto a questa era illuminata è la conoscenza dell’unità del genere umano e della fondamentale unità delle religioni».
 
La Regina ha ascoltato con molta attenzione le parole lette dalla dottoressa Fozdar-Foroudi seguendole sul testo.
 
Della delegazione baha’i facevano parte anche Patrick O’Mara, Segretario dell’Assemblea Spirituale nazionale dei Baha’i del Regno Unito, Nasrin O’Kane dall’Irlanda del Nord e Liam Stevens dall’isola di Skye.
 
«La Regina ci ha detto che la comunità baha’i sembra molto diffusa», ha detto la dottoressa Fozdar-Foroudi.
 
«Abbiamo anche colto l’occasione per ringraziare lei e il Duca di Edimburgo per i servizi che hanno reso per 60 anni nella promozione dei principi dell’unità, dell’uguaglianza e della giustizia fra i diversi popoli del Commonwealth», ha detto.
 
Il ricevimento, che ha avuto luogo il 15 febbraio, è stato uno dei primi impegni pubblici della Regina nelle celebrazioni del suo Giubileo di diamante.
 
Rivolgendosi ai presenti, la Regina ha detto: «La fede ha un ruolo fondamentale nell’identità di milioni di persone, alle quali offre non solo un sistema di credenze ma anche un senso di appartenenza».
 
«Le nostre religioni ci danno un’importante guida su come vivere la nostra vita e sul modo in cui ci trattiamo reciprocamente».
 
«Esse possono essere uno sprone all’azione sociale. In verità i gruppi religiosi possono vantarsi di aiutare le persone che hanno maggiormente bisogno».
 
La Regina ha concluso facendo gli auguri a ciascuno dei gruppi religiosi presenti fra gli ospiti, «nella speranza che, con la certezza della protezione della nostra Chiesa ufficiale, continuiate a prosperare e a mostrare forza e visione nelle relazioni fra noi e con il resto della società».
 
 
 
 
 
 
Per leggere l’articolo in inglese online e vedere le foto, si vada a:
http://news.bahai.org/story/889